Luciano Melchionna

La sua cifra stilistica é dominata da una spiccata capacità visionaria di derivazione espressionista. Diplomato all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica "Silvio D'Amico" di Roma nel 1989, come attore lavora, fra gli altri, con Lorenzo Salveti, Angelo Corti, Roberto Guicciardini, Francesco Randazzo e Luca Ronconi.

La sua prima commedia "Rimozione forzata" viene segnalata al Premio IDI ʼ96 e messa in scena in forma di lettura scenica da Lorenzo Salveti al Festival di Trieste.

Scrive e dirige "Non camminare scalza" e "Gas”. Il primo vince il premio del pubblico come Miglior copione ai "Corti teatrali '97" del Teatro Vittoria di Roma.
La piéce "Gas", invece, vince allo stesso festival, nellʼedizione del 1998, il Premio del pubblico come Miglior regia e il Premio Riviera d'Ulisse "Giovani Protagonisti", riconoscimento abbinato al Festival del Teatro Italiano e al Premio Fondi La Pastora dove nel '99 la sua commedia "Lune a metà" arriva finalista.

Nel 2000 con "Pausa" vince nuovamente il Premio "Giovani Protagonisti".

Il suo monologo "Raccontoduepunti" diventa una video-installazione (che lo vede protagonista) per la regia di Monica Stambrini.

Scrive e dirige “Nella” un monologo interpretato da Lucia Mascino e Carolina Crescentini ed è lʼautore di “Lʼennesima Giovanna” realizzato per la campagna “Mai più violenza sulle donne” di Amnesty International.

Scrive inoltre una cinquantina di monologhi brevi - 'pillole' per una terapia di riavvicinamento al teatro - che mette in scena nei luoghi più disparati e che diventano un libro “Dignità, mono-luoghi per attori, lettori e spettatori attivi” pubblicato dalla Chipiuneartedizioni

Scrive e dirige “Ma come si fa?”

Sempre in teatro, firma diverse regie di autori classici e contemporanei, nazionali ed internazionali.
Tra gli altri:
⁃ Luca De Bei “Caldo come il ghiaccio” e “Ce n'è per tutti”
⁃ Botho Strauss “L'equilibrio”
⁃ Lewis Theobald “Falso doppio"
⁃ Sabrina Scuccimarra “Sottovuoto”
⁃ Alberto Moravia “La vita è gioco”
⁃ “Un ragionevole dubbio” tratto da “La parola ai giurati” un film di Sidney Lumet, con il patrocinio di “Nessuno tocchi Caino” e in collaborazione con Amnesty International
⁃ Alexandra La Capria “Senza testa” e "Cerco donna"
⁃ Werner Schwab “Sterminio”
⁃ René-Daniel Dubois “In casa con Claude” per Il Garofano Verde
⁃ Jon Fosse “Variazioni di morte” Prima Nazionale
⁃ Gianni Guardigli “La disfatta”, per Taormina Arte, e “Cielo tagliato”
⁃ Annie Proulx “Brokeback Mountain ovvero Gente del Wyoming” con Giorgio Colangeli per Il Garofano Verde
⁃ P. P. Pasolini “Porno-Teo-Kolossal”, lettura-spettacolo per il Festival Pasoliniano e per il Festival dei Popoli Mediterranei
⁃ Fabrizio Bajec “Elettra”, una drammaturgia da Eschilo, Sofocle, Euripide e Hofmannsthal; "Aiuto”, per la rassegna Tramedautore2005 di Milano e “Ouverture”, con il patrocinio di Amnesty International
⁃ Gabriella Schina la mise en espace de “La stanza delle donne” con Lucrezia Lante della Rovere e Valentina Lodovini per “I lunedì di Artisti Riuniti” al Teatro Eliseo di Roma e con Marianella Bargilli per I solisti del teatro ai Giardini della Filarmonica Romana
⁃ Giuseppe Patroni Griffi “Persone naturali e strafottenti” con Vladimir Luxuria, Daniele Russo e Maria Luisa Santella, una coproduzione Teatro Bellini di Napoli e Teatro Franco Parenti di Milano
- Nello Calabrò "Muraglie" per Taormina Arte 2010
- Elisabetta Cianchini “Post partum”
- Joan Didion "L'anno del pensiero magico" con Stefania Rocca
-Sempre nel 2012, per la rassegna "Garofano Verde" curata da Rodolofo Di Giammarco al Teatro Belli di Roma, cura adattamento e regia della mise en espace "Quelle due" ovvero "La calunnia" di Lillian Hellman con Carolina Crescentini, Lucia Mascino e Ilaria Spada. Il 12 novembre 2012 al Teatro Filodrammatici di Milano partecipa al festival Illecite//Visioni curato da Mario Cervio Gualersi con Marina Rocco
-Il 12 gennaio 2013 al Teatro Verdi di Pisa debutta con la sua regia "Ricorda con rabbia" di John Osborne (traduzione e adattamento di L. Melchionna e Gabriella Schina) con Stefania Rocca e Daniele Russo
-Sempre con la sua regia “Parole incatenate”, un testo di Jordi Galceran, va in scena nel 2014 con Claudia Pandolfi e Francesco Montanari
-Nel 2015 debutta al Festival di Borgio Verezzi la sua regia di “Parenti serpenti” di Carmine Amoroso (attualmente ancora in tournée) con Lello Arena e Giorgia Trasselli
-Nel 2016/17 porta in scena il suo testo “Due diversi” con Francesco Montanari al festival “I solisti del teatro”
-scrive e dirige “Spoglia-toy” il suo nuovo format per il Napoli Teatro Festival (prossimamente anche a Roma e a Torino)
-Nel 2018 debutta al Festival di Borgio Verezzi “Squalificati” di Pere Riera (attualmente in tournée) con Stefania Rocca.
-Nel 2018/19 allestisce per il centenario del Teatro Eliseo una sua inedita messinscena di “Miseria e nobiltà”, curando l’adattamento con Lello Arena che ne è anche protagonista insieme a Tonino Taiuti, Giorgia Trasselli, Maria Bolignano, tra gli altri, e riscuotendo grandissimo consenso di pubblico e critica (attualmente in tournée: nel periodo di Natale/Capodanno sarà al Teatro San Ferdinando-Stabile di Napoli)

Il suo spettacolo scritto e diretto “Dignità Autonome di Prostituzione” (tratto dal format di Elisabetta Cianchini e Luciano Melchionna) il 3 novembre 2019 ha festeggiato 12 anni di repliche e il clamoroso successo di pubblico e di critica:
-vince Il Golden Graal 2008 – Premio Speciale per lʼidea e la regia e Il Golden Graal 2008 – Premio miglior attrice
-riceve la nomination per la categoria “Spettacolo dʼinnovazione” al Premio ETI - Olimpici 2009 e nel 2012 il Premio Napoli Cultural Classic come miglior spettacolo teatrale
-viene selezionato e partecipa alla XXXI edizione del Festival Benevento Città Spettacolo;
alla I e la IV edizione del FITT Festival Internazionale di Teatro di Tarragona (Spagna);
alla XXXII edizione de La Versiliana Festival;
al Festival di Casamarciano del 2018 e del 2019
-apre la stagione 2011/2012 del prestigioso Teatro Bellini di Napoli dove a grandissima richiesta torna ancora una volta in chiusura di stagione e poi ancora nel 2013 e di nuovo nel 2014/2015/2016/2017: ed è già annunciato nuovamente per la stagione 2019/20
-nella stessa stagione è in programma anche al Teatro Massimo di Pescara
-per cinque anni consecutivi è al Teatro Paisiello di Lecce
- debutta all’AncheCinema di Bari
-a Roma va in scena alla Fonderia delle Arti, al Casale della Cervelletta, al Teatro Italia, al Teatro Brancaccio, al Teatro Ambra Jovinelli, al Teatro Quirino e in un’edizione speciale estiva anche negli studi di Cinecittà che, per l’occasione, apre i cancelli la sera per la prima volta. A luglio del 2019, con “Germogli di DAdP” Melchionna invade i 700m di banchina sul Tevere del “Parco Milvio”, stupendo ed emozionando ancora una volta.
-sbarca al Teatro Colosseo di Torino, all’Obi Hall di Firenze, a Latina e Pontinia e al Teatro Titano di San Marino dove porta anche il suo nuovo spettacolo di ‘teatro canzone’ ispirato a ‘DAdP’ ovvero ‘Nella: canzoni e ricordi di prostitute libere e oneste’, reduce dai successi ottenuti sempre a Napoli e negli splendidi anfiteatri romani di Lecce e Benevento

Il film GAS, sua opera prima, viene selezionato al Festival di Locarno 2005 per la sezione "Cineasti del presente"
⁃ alla prima edizione della Festa Internazionale del Cinema di Roma, Melchionna viene selezionato e inserito tra i “12 Talenti Europei” per il New Focus Europe - coordinati da Gabriele Salvatores - e vince il Fondo SIAE per il Nuovo Cinema Italiano.
⁃ vede inoltre Loretta Goggi candidata ai “Nastri dʼargento 2006” come Miglior Attrice Non Protagonista
⁃ Gas partecipa al N.I.C.E. Usa 2005 e Russia 2006. Vince allʼunanimità come Miglior Film al Festival “La vita è cinema” di Mons, Belgio. Riceve il Premio della giuria degli studenti al Festival “Storie di cinema” a Grosseto. Ancora una giuria, stavolta di 100 studenti, assegna a Gas: Miglior regia, Miglior protagonista e Miglior attore, al 16° Chieti Film Festival Internazionale

In qualità di assistente alla regia, Melchionna collabora al film per la televisione "Il Papa Buono" di Ricky Tognazzi

È stato Direttore artistico de “Lo sbarco dei corti”, Festival dei corti cinematografici di Positano

Firma uno degli episodi di “Niente storie”, film realizzato dallʼUnione Italiana Casting

Scrive e dirige “Anni:30”, un corto-progresso che vede protagonista Giorgio Colangeli (Miglior Attore alla Prima Festa Internazionale del Cinema di Roma): il film corto, in concorso ai David di Donatello, ottiene i premi MIGLIOR CORTO E MIGLIOR FOTOGRAFIA allʼ11° Festival Internazionale del Corto in Sabina - Direttore Artistico Professor Ferruccio Marotti

Realizza il videoclip della canzone “Non cʼè contatto” di Silvia Mezzanotte (Featuring: Carolina Crescentini e Dignità Autonome di Prostituzione) e due video clip per gli Stag: “Oh issa!” e “Lasciati andare”.

Scrive e dirige la pubblicità-progresso “Il teatro torna a casa” con Franca Valeri per Il Ministero dei Beni Culturali- Dipartimento Spettacolo dal Vivo

Nel 2010 vede la luce la sua seconda opera cinematografica “CE NʼEʼ PER TUTTI” che si avvale di attori come Stefania Sandrelli, Arnoldo Foà, Lorenzo Balducci, Ambra Angiolini, Giorgio Colangeli, Jordi Molla, Micaela Ramazzotti

È stato Direttore Artistico dell'Accademia d'Arte Drammatica del Teatro Bellini di Napoli.

Nel 2019 riceve il prestigioso premio “Fondazione Mannajuolo”
 
Twelve Entertainment Agency info@twelveent.it
tel. 06 3230821
fax 06 3233478

©  2020  Dignita' Autonome di Prostituzione. Partita IVA 02552310597.
I testi e le foto, dove non specificato, sono di proprietà. E' vietato qualsiasi uso non autorizzato.  Designed by Crisafi WebStudio